Solidarietà alle lavoratrici e lavoratori del servizio clienti in appalto di TIM

0

Le RSU TIM di SLC CGIL del territorio Siciliano esprimono la loro solidarietà alle lavoratrici e lavoratori dei call center che lavorano in appalto per Tim chiamati a scioperare lunedì 18 Marzo perché le rispettive aziende stanno subendo un taglio del 30% delle commesse da parte del committente TIM lasciandoli in una condizione di incertezza totale, con l’esclusiva prospettiva di ammortizzatori sociali, e ingenti ripercussioni sui salari, circa 600 addette e addetti nel territorio siciliano.

Scelta irresponsabile di TIM che non è riuscita fronteggiare la crisi decennale del settore delle TLC a cui va sommato le scelte strategiche sbagliate del management ed il placet del governo verso un piano “distruttore” che porterà alla fine dell’azienda ex monopolista riducendola ad una serie di aziende troppo piccole per competere con le grandi aziende europee e troppo grandi per competere con gli operatori italiani che nel frattempo si stanno compattando.

In questo contesto a pagarne le conseguenze ancor prima dei dipendenti è l’indotto che subisce una riduzione drastica dei volumi delle commesse con l’unico scopo quello di fare una riduzione dei costi per far quadrare il dato della semestrale di cassa. Infatti, la causa del crollo delle chiamate non può essere addebitata a una semplice riduzione della domanda ma è una scelta finanziaria di Tim, decisa ad evitare le richieste di assistenza dei clienti per tagliarne i costi, scaricando il problema sulle aziende in appalto e sui lavoratori recando un grave disservizio ai clienti Tim che saranno lasciati in balia degli IVR.

In questo contesto è sempre più importante lottare per difendere il proprio posto di lavoro, pertanto lunedì saremo al fianco dei lavoratori delle aziende che lavorano per Tim.

Palermo 16/03/2024

Le RSU Tim Sicilia

Condividi

Leave A Reply

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code