Rinnovo CCNL TLC 2023-2025 – Avviato il confronto

0

Ieri, lunedì 25 marzo, si è svolto il primo incontro tra le Segreterie Nazionali SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL, la delegazione sindacale trattante e la delegazione delle aziende del settore, rappresentata da Asstel.

L’incontro ha sancito l’avvio ufficiale del negoziato per il rinnovo del contratto collettivo nazionale, con le organizzazioni sindacali che hanno presentato la piattaforma di rinnovo per il periodo 2023-2025, declinando le rivendicazioni normative ed economiche approvate dalle lavoratrici e dai lavoratori nel percorso assembleare svolto nei mesi scorsi.

Durante l’illustrazione dei contenuti della piattaforma, le Segreterie nazionali di SLC-CGIL, FISTEL-CISL, UILCOM-UIL hanno rinnovato l’analisi dello scenario e del contesto in cui versa il settore delle Telecomunicazioni in Italia, ribadendo come le varie vertenze aziendali e settoriali non debbano essere un freno al percorso di rinnovo contrattuale.

Le Segreterie Nazionali hanno ribadito la necessità di difendere il CCNL, soprattutto in questa fase di trasformazione degli assetti societari e di riorganizzazione, puntando di converso ad allargare il campo di applicazione verso i servizi digitali.

Gli impatti derivanti dalla trasformazione digitale sulle lavoratrici e sui lavoratori del settore devono trovare risposte nel contratto, individuando gli strumenti opportuni, oltre alla formazione, che concentrino la loro attenzione sulla rioccupabilità – a partire dai CRM/BPO – e sulla nuova occupazione. Il tutto in un contesto economico in cui l’inflazione ha toccato livelli elevatissimi e a cui il contratto dovrà dare risposte rapide, recuperando il potere di acquisto.

L’associazione datoriale Asstel, preso atto della rivendicazione sindacale, ha ribadito, attraverso una relazione ben dettagliata, lo scenario economico e di mercato in cui si svilupperà la negoziazione per il rinnovo contrattuale, illustrando i dati analitici relativi all’evoluzione del mercato delle Telecomunicazioni, non solo in una logica nazionale, ma con una visione transnazionale.

Pertanto, al fine di dar vita ad un confronto di merito sui temi centrali di questo rinnovo contrattuale, le Parti hanno condiviso l’avvio di 4 gruppi di lavoro su definite e centrali aree tematiche: l’evoluzione e il possibile sviluppo del perimetro contrattuale; una nuova classificazione del personale basata su famiglie professionali, consolidamento del lavoro agile, sviluppo dei nuovi modelli di organizzazione e competenze; specificità del settore Crm/Bpo; tematiche di inclusione, welfare, diversità ed equità.

Condividendo tale percorso, le Parti si sono aggiornate a successivi incontri di merito, per entrare nel dettaglio delle diverse tematiche rappresentate, a cominciare da quelle suddette.

Roma, 26 marzo 2024

Le Segreterie Nazionali

SLC-CGIL FISTEL-CISL UILCOM-UIL

Condividi

Leave A Reply

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code