Almaviva: diritto alla fruizione delle ferie

0

Alle Segreterie Territoriali SCLCGIL FISTEL CISL UILCOM UIL UGL TLC

c.a. Segretari Generali

Almaviva Contact

c.a. Dott.ssa Carla Pallotta

E p. c. Segreterie Nazionali

 

Con riferimento all’accordo sottoscritto dalle segreterie territoriali di Catania l’08 gennaio 2021 in tema di applicazione dell’Assegno ordinario COVID -19, rileviamo che non ricorrono le prerogative previste da Accordo di prossimità in quanto l’accordo in oggetto è regolato da procedura di legge sull’ applicazione degli ammortizzatori sociali, e manca qualsiasi presupposto di sviluppo occupazionale condizione esclusiva indicata dalle Confederazioni nazionali per la definizione di Accordi di prossimità. Altresì dobbiamo rilevare che, almeno in parte, l’accordo sottoscritto contiene una grave violazione dei diritti dei lavoratori in materia di diritto alla fruizione delle ferie

Ed infatti, l’accodo de quo sul punto recita: “relativamente al riproporzionamento delle ferie maturate in ammortizzatore le parti, al fine di evitare addebiti economici sulle buste paga dei lavoratori impattati, concordano di estendere a tale istituto, in discontinuità con la precedente regolamentazione, la riparametrazione sulle spettanze effettivamente a godere”.

Se bene si comprende il senso della lettera Almaviva Contact S.p.A. per il sito di Catania continuerà a retribuire le ferie maturate durante il periodo di vigenza dell’ammortizzatore sociale provvederà ad erogare la

relativa retribuzione in misura inferiore anche se le stesse verranno godute successivamente e ciò al solo fine di evitare successivi addebiti sule buste paga dei lavoratori.

Orbene, non ci si può esimere dal rilevare che l’accordo da Voi sottoscritto sul punto di fatto autorizza Almaviva a fare ciò che numerose sentenze del Tribunale e della Corte di Appello di Palermo, sezione lavoro, hanno statuito come illegittima la decurtazione sulla retribuzione delle giornate di ferie maturate in costanza di ammortizzatore sociale e godute successivamente.

A tal fine si osservi che l’adozione dell’ammortizzatore sociale, accettando l’impostazione adottata da Almaviva, danneggerebbe il dipendente in modo eccessivo comportando:

a) riduzione dell’orario di lavoro;
b) riduzione della relativa retribuzione;
c) riduzione delle giornate utili ai fini della maturazione delle ferie;
d) riproporzionamento della retribuzione dovuta per le ferie maturate e godute in costanza di ammortizzatore, senza possibilità di godere di alcuna integrazione da parte dell’INPS;
e) l’estensione degli effetti negativi di cui ai precedenti punti ad una fase successiva alla vigenza dell’ammortizzatore sociale, quando si sono ripristinati nella loro interezza tutti gli istituti contrattuali.

Giova sul punto riportare le conclusioni adottate dalla Corte di Appello di Palermo “E’ noto che le ferie costituiscono oggetto di un diritto costituzionale disciplinato dalla legge (art. 2109 c.c. e art. 10 Legge n. 66/2003) la quale assegna anzitutto al datore di lavoro la facoltà di stabilire l’epoca di fruizione nell’ambito dei poteri propri di organizzazione dell’attività imprenditoriale. Orbene, poiché nel caso di specie la scelta di differire le ferie in un periodo successivo a quello di competenza deve plausibilmente ascriversi – in assenza di alcuna prova contraria – ad un atto di gestionedell’imprenditore , può convenirsi che egli , avendo ritenuto maggiormente rispondente ai propri interessi impiegare il lavoratore durante la solidarietà e fruendo già in tale periodo del c.d. riproporzionamento della retribuzione , non aveva titolo ad ulteriormente avvantaggiarsi di tale riduzione anche in una fase caratterizzata dal ripristino delle obbligazioni lavorative”.

La scelta di sottoscrivere l’accordo de quo conseguentemente si pone in grave contrasto con i diritti fatti valere dai dipendenti Almaviva, sebbene addetti ad altro sito aziendale, avanti l’Autorità giudiziaria e da quest’ultima ritenuti degni di tutela.

Si invitano, conseguentemente, le organizzazioni territoriali firmatarie dell’accordo dell’08.01.2021 ad adottare ogni iniziativa volata all’effettiva tutela dei dipendenti Alamviva Contact S.p.A. e a porre nel nulla e/o provare di efficacia l’accordo de quo nella parte attinente alla disciplina delle ferie.

LE SEGRETERIE REGIONALI

SLC CGIL UILCOM UIL UGL TLC

Condividi

Leave A Reply

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code