Sindacato Lavoratori Comunicazione Palermo

Italiaonline risposta a lettera IOL

Italiaonline risposta a lettera IOL

Ott 20, 2017

SLC – CGIL                Sindacato Lavoratori Comunicazione

FISTel – CISL            Federazione Informazione Spettacolo e Telecomunicazioni UILCOM – UIL                             Unione Italiana Lavoratori della Comunicazione

 

 

Roma,19 ottobre 2017

Spettabile ITALIAONLINE

Via del Bosco Rinnovato n. 8 Palazzo U 4

20090 Assago – Milanofiori Nord (MI)

 

c.a. Dott. A. FASCETTI

Egregio Dott. Fascetti,

 

 

con la presente desideriamo riscontrare la Sua comunicazione datata 2/10 u.s. indirizzata alle Spettabili OO.SS. Nazionali SLC CGIL (Sig. Gianluca Carrega), FISTel CISL (Sig. Nicola Milana) e UILCOM UIL (Sig. Angelo Ughetta).

Considerando quanto affermato nella comunicazione sopra citata, dobbiamo purtroppo constatare che in questi due anni, esattamente da novembre 2015 – data del Suo insediamento nell’ex SEAT Pagine Gialle – il tema definito “prestito” nell’ipotesi di accordo di gennaio 2015 e ratificato successivamente presso il Ministero del Lavoro a febbraio 2015, con annesso accordo a latere, firmato dall’Amministratore Delegato, dal Direttore del Personale e dalle OO.SS. presenti all’epoca, nonostante i numerosi incontri avvenuti tra le OOSS e IOL è ancora un tema fortemente sentito in quanto non si è trovata ad oggi una soluzione adeguata; a tal proposito l’azienda ha proceduto unilateralmente nei confronti di alcuni lavoratori e lavoratrici.

Riteniamo importante ricordarLe la narrazione di alcuni avvenimenti secondo ordine cronologico sottolineando che, alla data del Suo ingresso in SEAT Pagine Gialle, la seconda tranche del prestito ai dipendenti che erano già in CIGS venne comunque erogata dalla nuova proprietà e che, a dicembre 2015, vennero usate le stesse modalità per porre in CIGS un’altra decina di lavoratori e lavoratrici.

In questi due anni di “relazioni industriali” abbiamo cercato in ogni modo un confronto per ricercare una soluzione di “tenuta”, tuttavia ci siamo trovati di fronte ad un’azienda che persevera nel proseguire il mantenimento della sua posizione, una condizione reiterata nella sua ultima lettera dove invita le OO.SS. dal “soprassedere a inopportune allusioni o iniziative, che appaiono non solo giuridicamente infondate, ma altresì gravemente lesive dell’immagine della Società ed addirittura connotate da finalità palesemente contro la legge” (cit. vs lettera del 2/10 u.s.). Non vi è dunque alcuna fattispecie allusiva nella nostra missiva mentre è oltremodo grave che, da parte Sua, si “alluda” a presunte finalità (attribuite alla iniziativa sindacale) palesemente contro la legge che Le chiediamo di declinare in modo puntuale: di certo non Le sfuggirà infatti che la Sua osservazione, se non dimostrata dai fatti, è passibile di eventuali azioni legali.

 

Dall’alto della Sua esperienza professionale, Le chiediamo cortesemente di non contestare, d’ora in poi la validità di accordi regolarmente sottoscritti dalle parti e mai disdettati, chi ha preso in carico la passata gestione aziendale non ci risulta che ne abbia mia formalmente messa in dubbio la sua azione con atti ufficiali.

Le chiediamo quindi in “extrema razio” di tenere in considerazione la linea di condotta assunta dalle OO.SS., a partire dalle RSU, Segreterie Territoriali e Segreterie Nazionali, che operano in maniera responsabile senza secondi fini e nell’interesse di ogni singolo lavoratore e lavoratrice mettendo contestualmente al centro il buon andamento dell’azienda in ogni territorio nella quale è presente.

Auspichiamo quindi che il tema “prestito” possa trovare una risoluzione presso il tavolo sindacale nazionale; in caso contrario saremo costretti ad indirizzare i lavoratori interessati presso i legali delle nostre strutture vertenziali sindacali.

 

 

Distinti saluti

 

 

LE SEGRETERIE NAZIONALI

SLC-CGIL        FISTEL-CISL          UILCOM-UIL

 

 

CLICCA QUI per scaricare il PDF del comunicato.

Condividi

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code