Sindacato Lavoratori Comunicazione Palermo

Comunicato sindacale Ippodromo di Palermo

Comunicato sindacale Ippodromo di Palermo

Ott 6, 2017

Palermo, 6 Ottobre 2017

Al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali
Alla c.a. Direttore Generale Dott. Francesco Saverio Abate
Alla c.a. Dirigente PQAI VIII Dott.ssa Paola Finizio

Al Sindaco di Palermo
Prof. Leoluca Orlando
e.p.c.
Alla IRES S.p.A.
Presidente Ing. Giovanni Cascio

Alla Segreteria Nazionale SLC CGIL

Ai lavoratori della IRES S.p.A.

COMUNICATO SINDACALE IPPODROMO DI PALERMO

Le recenti vicissitudini dell’Ippodormo di Palermo e più in generale, quelle legate alla crisi della filiera ippica, hanno visto la scrivente Organizzazione Sindacale come parte attiva per la tutela della continuità occupazionale e dei diritti dei lavoratori che operano nel settore Ippico.

I lavoratori dell’Ippodromo de “La Favorita” e la IRES, dopo un periodo tragicamente complicato a causa della sospensione dell’attività per 4 mesi, stanno intravedendo un clima positivo e di fiducia con il ritorno alla normalità anche grazie ad eventi di rilevanza nazionale come i recentissimi Grandi Premi Trinacria e Federnat, ma ci aspettiamo che questo clima di fiducia diventi strutturale.

La risposta in termini di pubblico e di partecipazione dei lavoratori, degli atleti e degli appassionati del settore, sono un buon viatico per un rilancio della struttura che sopravvive anche grazie agli sforzi fatti dalla IRES e dai suoi soci ma che non può fare a meno della certezza delle sovvenzioni Ministeriali, stanziate per il settore, per poter far fronte alla propria programmazione.

La discussione legata alla classificazione degli Ippodromi, la riforma del settore investito da profonda crisi e le garanzie economiche per questo importante comparto, a parer nostro, sono temi che devono essere affrontati per la tutela di centinaia di posti di lavoro.

Nella fattispecie la IRES S.p.A. che a consuntivo del 2016 ha presentato un bilancio con una perdita d’esercizio ha dovuto sostenere ulteriori costi per poter riprendere l’attività di corse. A tutela della continuità occupazionale, La SLC CGIL Palermo, esprime la propria preoccupazione affinché non si crei una condizione di ritardo dei flussi finanziari da parte del Ministero per la prosecuzione delle attività e per le ripercussioni che potrebbero investire l’Ippodromo di Palermo in un prossimo futuro.

Schermata 2017-10-06 alle 17.39.41

Condividi

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code